Gravi minacce sui social al sindaco di Cosenza Mario Occhiuto

hrh

Un grave episodio si è verificato nel corso della giornata del 23 Dicembre, quando è apparso un post di carattere minatorio sul profilo facebook del sindaco di Cosenza Mario Occhiuto, Forza Italia, dove s’invitava a gettare un candelotto di dinamite contro la casa del primo cittadino di Cosenza.
Occhiuto ha poi ripubblicato il post, proveniente da un uomo che nell’immagine ha un logo con la scritta “W il M5S”, con un suo messaggio. “Sono questi – scrive Occhiuto – i risultati scellerati di coloro i quali alimentano di continuo un clima di odio e di violenza nei confronti di chi ha il compito di amministrare, di scegliere e decidere. Denuncerò alle autorità competenti tali insulsi comportamenti, che sono la conseguenza di campagne mirate di delegittimazione e del populismo sfrenato e dell’ignoranza. Mi si accusa in particolare della chiusura di una strada, che non dipende neanche dal Comune ma dalla Regione. Senza tenere in nessun conto del lavoro straordinario e degli enormi passi in avanti compiuti dalla nostra città in questi ultimi anni
E’ subito partita la gara di solidarietà e il sostegno al sindaco, in primis da parte di Jole Santelli, vice presidente della commissione parlamentare antimafia. “Le gravissime minacce subite dal sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, (Che è già stato sotto scorta) da un esponente dei cinque stelle, su Facebook, non possono passare in cavalleria. Il ‘signore’ in questione invita a portare ‘dinamite sotto la casa di Occhiuto’. Questo linguaggio intriso di violenza può indurre a fatti e comportamenti pericolosi”.