Gratteri: “In Calabria 20 mila affiliati alla ‘ndrangheta”

hrh

“Storia segreta della ‘ndrangheta”, uscito da poco più di una settimana, è il nuovo libro del Procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri e dello storico delle organizzazioni criminali Antonio Nicaso, già il secondo più venduto in Italia nella sezione saggistica e giunto alla seconda edizione.
In questi giorni Antonio Nicaso e Nicola Gratteri per presentare il proprio libro sono stati ospiti a “Filo diretto” condotto da Oldani Mesoraca. Il Magistrato intervistato, nel corso della trasmissione avrebbe affermato: “In Calabria ci sono 20mila affiliati alla ‘ndrangheta”.  Gratteri ha proseguito nel suo intervento dicendo anche che: “le mafie non stanno più in Calabria. Qui soggiornano i vecchi mafiosi che affinano le strategie ma, prevalentemente, stanno nelle grandi metropoli americane e europee, luoghi, dai quali, organizzano i traffici internazionali di stupefacenti e dove si effettua il grande riciclaggio dei proventi, c’è bisogno quindi, di una legislazione internazionale che ci consente di fare le indagini in maniera efficiente”. Tra le domande incalzanti rivolte al Magistato calabrese, non poteva mancare quella su San Luca, piccolo borgo aspromontano dove la democrazia è sospesa da più di 5 anni. A tal proposito il Procuratore ha confermato che il centro aspromontano rimane il cuore della ‘ndrangheta.