“U nonu”, l’Annona frutto esotico della Calabria

 

hrh

“U nonu” o Annona è un frutto originario del Sudamerica che viene coltivato anche in alcune zone della Calabria: dolce, cremoso e nutriente. L’ ‘Annona Cherimola’ si fa rappresentazione dell’animo più esotico della Calabria. Specifiche varietà vengono coltivate e diffuse nel territorio della Città Metropolitana di Reggio Calabria. Diffatti è possibile ammirare i gustosi frutti sul Lungomare Falcomatà, che contribuiscono alla ricchezza paesaggistica e all’occorrenza vengono utilizzati come ingrediente per la preparazioni di ottimi dolci locali.
Si tratta di un frutto esotico originario degli altipiani di Perù, Ecuador e Colombia, che si è poi diffuso anche in Africa del sud e in vari paesi del Mediterraneo: è l’annona, pianta che da luoghi lontani arriva direttamente in Italia perché sin dal 1797 viene coltivata in alcune zone della Calabria, al punto che le specifiche varietà diffuse e coltivate nel territorio di Reggio Calabria vantano una De.c.o (Denominazione Comunale di Origine) che identifica il frutto come “Annona di Reggio”.
La pianta dell’annona è un albero inferiore ai due metri che fiorisce a partire da maggio fino ad agosto: la maturazione inizia con la fine dell’estate e la raccolta del frutto va da fine settembre a metà dicembre. Delle varie tipologie, la più diffusa è la cherimola, con frutti verdognoli con un guscio che sembra fatto di squame: la polpa, bianco crema, presenta dei semi neri. Il sapore è morbido e dolciastro, cremoso di consistenza e con un retrogusto acidulo; profumo e aroma ricordano ananas, banana e altri frutti tropicali. Ottimo per essere inserito in varie preparazioni di pasticceria, il consumo ottimale del frutto è freddo, da tagliare a metà mangiandolo con il cucchiaio, senza sbucciarlo.

L’Annona è anche ricco di sotanze organolettiche e di Vitamina C, al pari degli agrumi, e ha anche un importante contenuto di vitamine del gruppo B e di potassio, quest’ultimo indispensabile per regolare i liquidi corporei e contrastare i dannosi effetti del sale.
Il Frutto esotico è diuretico ed è ideale in caso di insufficienza cardiaca, malattie cardiovascolari, ipertensione, anemia, oltre che per regimi dietetici, donne in gravidanza ed allattamento, atleti (per via del suo potere energetico), casi di malnutrizione. Inoltre, previene la carie, i problemi digestivi e l’affaticamento.

Si consiglia di gustarlo al naturale, fresco, a spicchi oppure tagliato a metà e scavato con il cucchiaio. L’Annona può anche essere utilizzato come suddetto  per la composizione di dolci molto apprezzati nella zona di produzione che spaziano da sorbetti, gelati, marmellate sino a ricette originali come la crostata alla crema cotta e annona sciroppata o la cake all’annona. Ricette gustose sono quelle delle tortine di ricotta e annona che possono essere preparate anche in casa. Per la preparazione è sufficiente montare delle uova con una quantità di zucchero pari al peso delle uova stesse con il guscio, finchè il composto non avrà raggiunto colore chiaro e consistenza spumosa. A quel punto si potrà  aggiungere la stessa quantità di ricotta e poi di farina setacciata con del lievito . Per poi incorporare la polpa dell’annona, precedentemente separata dalla buccia, ed il succo avanzato con il quale si diluirà tanto latte quanto basta. Infine trasferire il composto in stampini imburrati, e infornare per circa 40 minuti a 150°. Prima di servire,far stiepidire le tortine e coem tocco finale spolverare con dello zucchero a velo.