Gambarie “la montagna delle meraviglie”

hrh

Gambarie, fa parte del Comune di Santo Stefano in Aspromonte, nella Città Metropolitana di Reggio Calabria. La prima stazione turistica del Meridione, oggi famosa per le sue piste (si scia vedendo lo Stretto di Messina, le Isole Eolie e l’Etna), e poi i nuovi impianti di risalita e le strutture alberghiere che la arricchiscono, l’ambiente naturale, i paesaggi suggestivi che la circondano.
La splendida località montana è ubicata a 1.350 m s.l.m., si trova nel cuore del Parco nazionale dell’Aspromonte, a 35 km dal centro di Reggio C., in una delle più importanti aree protette d’Italia, sia per estensione che per valore naturalistico, faunistico e paesaggistico. Gambarie è anche sede dello stesso parco.
“Gambàrî”, anche detta in reggino, è un massiccio che sorge ai piedi del Monte Scirocco e del Basilicò, che rsppresentano le prime due vette Aspromontane rivolte allo stretto di Messina.
Da questa centro turistico hanno inizio alcuni percorsi di trekking provvisti di adeguata segnaletica, ad anello o diretti verso altri luoghi aspromontani, che offrono ai visitatori un’ampia scelta per difficoltà e durata.
Gambarie, il cui nome sembra derivare dal greco Kamparia, venne fondata attorno agli anni venti con la formazione del primo nucleo abitativo composto da boscaioli e pastori.

Sta arrivando l’inverno, e Gambarie in questo periodo è incantevole. Come suddetto, è anche una località sciistica fornita di quattro impianti di risalita e di 11 km di piste da sci di varia difficoltà collocate sul monte Scirocco, che offrono viste panoramiche anche sullo Stretto di Messina e sulle Isole Eolie. La stazione offre cinque piste con un dislivello massimo di 400 metri: 3 piste rosse, 1 nera e 1 blu .