Francesco Anoldo, Capo Referente dell’Area Grecanica, Bova-Locri

Reggio Calabria: Gaetano Campolo fondatore di Calabresi in Movimento e Antonino Calabrese Capo Referente Regionale questa mattina hanno nominato Francesco Anoldo, Capo Referente dell’area grecanica, (bova-locri), aggiunge Campolo che nella prossima settimana saranno presentati anche il Capo Referente Cittadino di Reggio Calabria e il Capo Referente Cittadino di Fuscaldo (cosenza)
 
Di seguito ecco una presentazione: 
 
Quando ho iniziato questo mio percorso  son partito in punta di piedi, motivato da un forte amore per la mia splendida Calabria, questa cara terra che amo così intensamente e che è stata nel tempo abbandonata al Suo infame destino!
Francesco Anoldo già candidato nel 2014 a Reggio Calabria ed Ex Segretario ugl Sanità della Regione Calabria, che gia’ da qualche mese ha annunciato la sua Candidatura a Sindaco  al comune di San Luca sfidando cosi’  Klaus Davi.
Anoldo dichiara: “Da Calabrese e da Reggino, sento il dovere di provare a far tornare la Democrazia a San Luca. Accolgo quindi la Sfida di Klaus. Mi spenderò quotidianamente animato   da un  nobile sentimento di servire la mia  terra, la nostra comunità. Lo  farò con serenità, pur consapevole delle enormi responsabilità e dei rischi legati al ruolo istituzionale che ricoprire. In qualsiasi famiglia responsabile quando ci sono sacrifici da fare, sono i genitori i primi a sobbarcarsi il peso. Così anche in politica, quando c’è da tirare la cinghia, gli amministratori, quelli che non lo fanno per professione, sono chiamati a dare l’esempio e a San Luca almeno sotto questo aspetto, nessuno potrà rimproverarmi nulla.Non ho scelto di accostarmi ai soliti ‘forti’,dove tutto probabilmente sarebbe stato più facile per ritagliarsi un posto nel quale andar solo a ‘sedersi’. Non ho scelto il movimento del momento dove, anche in questo caso, sarebbe stato più semplice varcare una strada…io ho scelto di fare politica! per Questo ho scelto Calabresi In Movimento
La buona politica c’è ed esiste, anche se non fa tanto clamore”.